TEST PD-L1

Come

Test PD-L1: come acquisire e analizzare il campione

  • 1. Acquisizione e tipologia del campione
  • 2. Considerazioni pre-analitiche
  • 3. Metodiche disponibili per il test PD-L1

1 Acquisizione e tipologia del campione

Metodologie per l’acquisizione del campione

Il primo step di fondamentale importanza per effettuare il test PD-L1 è l’acquisizione di una quantità sufficiente di tessuto tumorale.1

La scelta della procedura per l’acquisizione del campione può dipendere da diversi fattori, quali:2

  • la natura della lesione (dimensione, localizzazione, distanza dalla pleura
  • l’età del paziente
  • la disponibilità e l’accuratezza della ROSE (Rapid on-site examination).

Per l’acquisizione del campione possono essere impiegate differenti tecniche:1

  • agoaspirato transbronchiale (TBNA). Questa tecnica diagnostica è utile e sicura, tuttavia la sua
    accuratezza è correlata a diversi elementi clinici e fattori ambientali. La sensibilità della TBNA è eccellente
    se eseguita da un broncoscopista esperto3
  • agoaspirato transbronchiale sotto guida ecobroncoscopica (EBUS-TBNA)1
  • la broncoscopia flessibile1
  • computed tomography (CT)-guided needle biopsy1

Uno studio condotto da Coley et al. ha dimostrato che le tecniche dell’agoaspirato e la biopsia sono efficienti in egual misura per formulare una diagnosi specifica e per ottenere una quantità di tessuto sufficiente per condurre test di immunoistochimica e test molecolari, quando necessario. 2

Tipologia del campione: citologia e istologia

Lesione

Biopsia

Citologia

Per la maggior parte dei pazienti con tumore in stadio avanzato sono spesso disponibili campioni di piccole dimensioni (es. campioni per citologia, biopsia).4

L’esecuzione dei test biomolecolari su campioni di piccole dimensioni rappresenta una sfida, in modo particolare nel caso del NSCLC non-squamoso dove è necessario testare diversi marcatori quali EGFR, ALK, ROS1 e PD-L1.5

  • Diversi studi hanno dimostrato che i campioni citologici forniscono un numero di cellule sufficiente per condurre il test di valutazione dell’espressione di PD-L1.6
    Inoltre, i risultati ottenuti da campioni citologici sono equivalenti a quelli ottenuti da campioni bioptici.6
  • Anche la quantificazione tra resezione chirurgica e piccola biopsia è comparabile.6
  • Uno studio condotto da Wang H et al. ha inoltre dimostrato che la tecnica del cell block può essere utilizzata per eseguire la valutazione dell’espressione di PD-L1.7

La tecnica del cell block consiste nell’inclusione in blocchi di paraffina di frammenti di tessuto a partire da campioni citologici, che possono essere processati con le stesse metodiche usate per l’istopatologia.8

Il numero minimo di cellule vitali nel campione deve essere superiore a 1009

2 Considerazioni pre-analitiche

È essenziale prestare particolare attenzione a considerazioni pre-analitiche per assicurare un risultato affidabile.1

Il tessuto per il test PD-L1 non necessita di particolari preparazioni; i principali step pre-analitici per la preparazione del campione sono simili a quelli necessari per altri test molecolari o di immunoistochimica e comprendono:1

  • La tracciabilità del campione
    L’utilizzo di un bar-code è fortemente raccomandato per minimizzare il rischio di confondere il proprio campione con altri campioni, specialmente nel caso in cui sia necessario dividere il campione in più parti o inviarlo ad altri laboratori.1
  • La fissazione
    Le biopsie di piccole dimensioni vengono fissate rapidamente in formalina (viene utilizzato normalmente un buffer neutro di formalina al 10%).1
    Generalmente il tempo di fissazione è pari a 6-48 ore per una biopsia e 24-48 ore per un campione da resezione chirurgica.10
  • Il processamento del tessuto
    L’utilizzo di processori automatizzati è ormai ampiamente diffuso. Questo tipo di strumentazione permette l’esposizione del campione di tessuto al fissativo, all’alcool, allo xilene e alla paraffina, in condizioni di temperatura e pressione controllate.1
  • Il sezionamento
    Quando possibile, è consigliabile produrre delle sezioni di uno spessore di circa 3-5 µm, appena prima di procedere con l’IHC.10
  • La conservazione
    • Tempo di conservazione dal blocco: inferiore a 3 anni per l’analisi IHC di PD-L1 10
    • Condizioni di conservazione dei blocchi: evitare luce, umidità e calore 10
    • Tempo di conservazione dalla preparazione delle sezioni: variabile, dipende dalle condizioni di conservazione 10

3 Metodiche disponibili per il test PD-L1

Attualmente sono disponibili diverse metodiche (assay) per il test PD-L1 IHC che sono state sviluppate in modo indipendente e specifico per ogni inibitore del pathway PD-L1/PD-1. 11

Ogni assay dimostra potenzialmente distinte proprietà di segnale (staining), il che rende difficile l’intercambiabilità delle diverse metodiche durante la diagnostica di routine. Questo rappresenta una significativa difficoltà per i laboratori di patologia nell’offrire il test PD-L1 sia in termini di risorse materiali sia economiche.11

Di conseguenza, sono stati condotti diversi studi per mettere a confronto i differenti PD-L1 IHC assay e valutare la loro potenziale intercambiabilità nella pratica clinica.11

Lo studio Blueprint2 ha dimostrato una equivalenza analitica tra 3 delle diverse metodiche disponibili per l’analisi di PD-L1.11

Lo studio ha dimostrato che
i 3 diversi assay testati possono essere usati in modo intercambiabile nella pratica clinica.14

La possibilità di utilizzare saggi diversi per ottenere gli stessi risultati è di grande importanza
per i laboratori di patologia, in quanto richiede di impiegare solo una delle piattaforme disponibili.14

BIBLIOGRAFIA:

  1. Cree AI, et al. PD-L1 testing for lung cancer in the UK: recognizing the challenges for implementation. Histopathology. 2016;69(2):177-86
  2. Coley SM, et al. FNA, core biopsy, or both for the diagnosis of lung carcinoma: Obtaining sufficient tissue for a specific diagnosis and molecular testing. Cancer Cytopathol. 2015;123(5):318-26
  3. Bonifazi M, et al. Transbronchial needle aspiration: a systematic review on predictors of a successful aspirate. Respiration. 2013;86(2):123-34
  4. Lantuejoul S, et al. Programmed death ligand 1 immunohistochemistry in non-small cell lung carcinoma. J Thorac Dis. 2019;11(Suppl 1):S89-S101
  5. Teixido C, et al. PD-L1 expression testing in non-small cell lung cancer. Ther Adv Med Oncol. 2018, 10:1758835918763493
  6. Heymann JJ, et al. PD-L1 expression in non-small cell lung carcinoma: Comparison among cytology, small biopsy, and surgical resection specimens. Cancer Cytopathol. 2017;125(12):896-907
  7. Wang H, et al. Cytology cell blocks are suitable for immunohistochemical testing for PD-L1 in lung cancer. Ann Oncol. 2018;29(6):1417-22
  8. Krogerus L, et al. Cell Block in Cytological Diagnostics: Review of Preparatory Techniques. Acta Cytol. 2018;62(4):237-43<7li>
  9. Raccomandazioni SIAPEC-AIOM per la valutazione del PD-L1. 26 ottobre 2017
  10. IASLC atlas testing of PD-L1 immunohistochemistry testing in lung cancer. Edited by MS Tsao, KM. Kerr, S Dacic, et al. 2017
  11. Tsao MS, et al. PD-L1 Immunohistochemistry Comparability Study in Real-Life Clinical Samples: Results of Blueprint Phase 2 Project. J Thorac Oncol. 2018;13(9):1302-11
  12. Adam J, et al. Multicenter harmonization study for PD-L1 IHC testing in non-small-cell lung cancer. Ann Oncol. 2018;29(4):953-8
  13. Marchetti A, et al. Multicenter Comparison of 22C3 PharmDx (Agilent) and SP263 (Ventana) Assays to Test PD-L1 Expression for NSCLC Patients to Be Treated with Immune Checkpoint Inhibitors. J Thorac Oncol. 2017;12(11):1654-63
  14. Ratcliffe MJ, et al. Agreement between Programmed Cell Death Ligand-1 Diagnostic Assays across Multiple Protein Expression Cutoffs in Non-Small Cell Lung Cancer. Clin Cancer Res. 2017;23(14):3585-91
  15. Rimm DL, et al. A Prospective, Multi-Institutional Assessment of Four Assays for PD-L1 Expression in NSCLC by Immunohistochemistry. JAMA Oncol. 2017;3(8):1051-8
  16. Hirsch FR, et al. PD-L1 Immunohistochemistry Assays for Lung Cancer: Results from Phase 1 of the Blueprint PD-L1 IHC Assay Comparison Project. J Thorac Oncol. 2017;12(2):208-22

Articoli correlati

L’utilizzo del cell block per effettuare il test di immunoistochimica PD-L1 con campioni citologici nel tumore al polmone.
Leggi di più